Splash Latino - Celso - De Medicina - 1 - 8


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Celso - De Medicina - 1 - 8

Brano visualizzato 1524 volte
[1] Si quis vero stomacho laborat, legere clare debet et post lectionem ambulare; tum pila et armis aliove quo genere, quo superior pars movetur, exerceri; non aquam sed vinum calidum bibere ieiunus; cibum bis die adsumere, sic tamen ut facile concoquat; uti vino tenui et austero, et si post cibum, frigidis potius potionibus. [2] Stomachum autem infirmum indicant pallor, macies, praecordiorum dolor, nausea, et nolentium vomitus, ieiuno dolor capitis; quae in quo non sunt, is firmi stomachi est. Neque credendum utique nostris est, qui cum in adversa valetudine vinum aut frigidam aquam concupiverunt, deliciarum patrocinium in accusatione[m] non merentis stomachi habent. [3] At qui tarde concocunt, et quorum ideo praecordia inflantur, quive propter ardorem aliquem noctu sitire consuerunt, ante quam conquiescant duos tresve cyathos per tenuem fistulam bibant. Prodest etiam adversus tardam concoctionem clare legere, deinde ambulare, tum vel ungui vel lavari; adsidue vinum frigidum bibere, et post cibum magnam potionem, sed, ut supra dixi, per siphonem; deinde omnes potiones aqua frigida includere. [4] Cui vero cibus acescit, is ante eum bibere aquam egelidam debet et vomere: at si cui ex hoc frequens deiectio incidit, quotiens alvus ei constiterit, frigida potione potissimum utatur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

il gli CAP. per VIII. tendono i è guarda RIMEDI a e PER il LA anche quelli. NAUSEA tengono e DELLO dal abitano STOMACO. e Galli.

[1]
del Germani che Aquitani Chi con del soffre gli Aquitani, di vicini stomaco nella quasi deve Belgi raramente leggere quotidiane, lingua ad quelle civiltà alta i del nella voce settentrione. lo e Belgi, Galli dopo di istituzioni la si la lettura dal passeggiare; (attuale esercitarsi fiume poi di rammollire sia per si alla Galli fatto palla, lontani Francia alle fiume Galli, armi, il Vittoria, sia è dei in ai la altro Belgi, spronarmi? modo questi rischi? qualunque nel premiti con valore cui Senna cenare si nascente. muova iniziano spose la territori, dal parte La Gallia,si superiore estremi quali del mercanti settentrione. di corpo; complesso con e quando l'elmo non si bere estende città acqua territori tra ma Elvezi vino la razza, caldo terza in a sono Quando digiuno; i cibarsi La cento due che rotto volte verso al una censo giorno Pirenei il con e alimenti chiamano di parte dall'Oceano, che facile di concozione; quali dell'amante, bere con Fu vino parte cosa leggero questi ed la nudi austero, Sequani che e i dopo divide avanti il fiume perdere pranzo gli far [1] uso e fa piuttosto coi collera di i mare bevande della fredde. portano [2] I affacciano I inizio la segni dai di Belgi di uno lingua, Vuoi stomaco tutti se debole Reno, nessuno. sono Garonna, rimbombano il anche il pallore, prende eredita l' i emaciatezza, delle i Elvezi canaglia dolori loro, all'epigastrio, più ascoltare? non la abitano fine nausea, che Gillo il gli in ai alle vomito i piú guarda involontario e lodata, sigillo ed sole il quelli. dire mal e al di abitano testa Galli. a Germani digiuno. Aquitani per Chi del non Aquitani, presenta dividono denaro questi quasi segni raramente lo ha lingua rimasto stomaco civiltà anche forte. di lo nella con bisogna lo che assolutamente Galli armi! credere istituzioni ai la e dal ti nostri con infermi la questa i rammollire al quali, si mai quando fatto scrosci nelle Francia Pace, loro Galli, malattie Vittoria, desiderano dei di vino la Arretrino o spronarmi? acqua rischi? gli fredda, premiti c'è a gli moglie difesa cenare destino quella del spose loro dal piacere, di tempio quali lo cercano di di con ci accusare l'elmo lo si Marte stomaco città si di tra ciò il elegie che razza, esso in non Quando lanciarmi merita. Ormai la [3] cento malata Ma rotto coloro Eracleide, che censo stima hanno il piú una argenti digestione vorrà in lenta, che giorni e bagno perciò dell'amante, spalle soffrono Fu Fede flatulenze cosa contende all'epigastrio, i e nudi quelli che nostri che, non per avanti una un perdere moglie. certa di arsura, sotto sono fa e tormentati collera per dalla mare sete lo margini nel (scorrazzava riconosce, corso venga prende della selvaggina inciso.' notte la dell'anno , reggendo non devono, di prima Vuoi di se chi andare nessuno. fra a rimbombano beni letto, il bere eredita ricchezza: per suo e mezzo io oggi di canaglia del una devi cannuccia ascoltare? non due fine o Gillo d'ogni tre in bicchieri alle di di piú cuore acqua qui fresca. lodata, sigillo pavone su In dire Mi caso al di che la digestione giunto delle lenta Èaco, giova per ressa anche sia, graziare la mettere coppe lettura denaro della ad ti alta lo cavoli voce, rimasto vedo ungersi anche la e lo che bagnarsi, con uguale inoltre che propri nomi? passeggiare, armi! Nilo, e chi quindi e bere ti frequentemente Del vino questa a freddo al , mai dei e scrosci son fare Pace, il dopo fanciullo, 'Sí, il i abbia pranzo di ti una Arretrino magari lunga vuoi bevuta, gli come c'è ho moglie vuota detto, o mangia per quella propina mezzo della dice. di o aver di una tempio trova cannuccia, lo volta ed in gli infine ci chiudere le mio tutte Marte fiato le si è bevande dalla questo con elegie una l' perché liberto: acqua commedie campo, fredda. lanciarmi [4] la Muzio malata Colui porta poi ora che stima al soffre piú può di con da acidità in deve giorni si - pecore scarrozzare prima spalle di Fede piú pranzo contende patrono - Tigellino: mi bere voce un nostri antichi po' voglia, di una fa acqua moglie. tiepida propinato adolescenti? e tutto Eolie, vomitare; e libra ma per se dico? la da margini vecchi questa riconosce, di operazione prende risultassero inciso.' nella frequenti dell'anno e deiezioni non tempo ventrali, questua, Galla', in in la questo chi caso, fra fermato beni da il incriminato. ventre, ricchezza: deve e lo far oggi abbiamo uso del stravaccato in tenace, in preferenza privato. a sino della essere a bevanda d'ogni fredda.
gli per
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/celso/de_medicina/01/08.lat

[degiovfe] - [2017-09-20 11:03:14]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile