banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente






HUISHENG Build on Brick...
EUR 19,99
Acquista ora
Agostino - Regula Sancti Augustini - 5

Brano visualizzato 1383 volte
CAPUT V: DE HIS QUIBUS UTITUR TRANSITURA NECESSITAS EORUMQUE CUSTODIBUS

30. Vestes vestras in unum habete, sub uno custode vel duobus vel quot sufficere potuerint ad eas excutiendas, ne a tinea laedantur; et sicut pascimini ex uno cellario, sic induimini ex uno vestiario. Et, si fieri potest, non ad vos pertineat, quid vobis induendum pro temporis congruentia proferatur, utrum hoc recipiat unusquisque vestrum quod deposuerat, an aliud quod alter habuerat; dum tamen unicuique, quod cuique opus est, non negetur. Si autem hinc inter vos contentiones et murmura oriuntur, cum queritur aliquis deterius se accepisse quam prius habuerat et indignum se esse qui ita vestiatur, sicut alius frater eius vestiebatur, hinc vos probate quantum vobis desit in illo interiore sancto habitu cordis, qui pro habitu corporis litigatis. Tamen si vestra toleratur infirmitas, ut hoc recipiatis, quod posueritis, in uno tamen loco, sub communibus custodibus habete quod ponitis.
31. Ita sane, ut nullus sibi aliquid operetur, sed omnia opera vestra in commune fiant, maiori studio et frequentiori alacritate, quam si vobis singuli propria faceretis. Caritas enim, de qua scriptum est quod non quaerat quae sua sunt (1 Cor. 13, 5), sic intellegitur, quia communia propriis, non propria communibus anteponit. Et ideo, quanto amplius rem communem quam propria vestra curaveritis, tanto vos amplius profecisse noveritis; ut in omnibus quibus utitur transitura necessitas, superemineat, quae permanet, caritas.
32. Consequens ergo est ut etiam si quis suis filiis, vel aliqua necessitudine ad se pertinentibus, in monasterio constitutis, aliquid contulerit, vel aliquam vestem, sive quodlibet aliud inter necessaria deputandum, non occulte accipiatur, sed sit in potestate praepositi, ut in re communi redactum, cui necessarium fuerit, praebeatur. Quod si aliquis rem sibi collatam celaverit, furti iudicio condemnetur.
33. Indumenta vestra secundum arbitrium praepositi laventur, sive a vobis, sive a fullonibus, ne interiores animae sordes contrahat mundae vestis nimius appetitus.
34. Lavacrum etiam corporum, cuius infirmitatis necessitas cogit, minime denegetur, sed fiat sine murmure de consilio medicinae, ita ut, etiam si nolit, iubente praeposito, faciat quod faciendum est pro salute. Si autem velit, et forte non expedit, suae cupiditati non oboediat. Aliquando enim, etiam si noceat, prodesse creditur quod delectat.
35. Denique, si latens est dolor in corpore, famulo Dei, dicenti quid sibi doleat, sine dubitatione credatur; sed tamen, utrum sanando illi dolori, quod delectat expediat, si non est certum, medicus consulatur.
36. Nec eant ad balneas, sive quocumque ire necesse fueiit, rninus quam duo vel tres. Nec ille qui habet aliquo eundi necessitatem, cum quibus ipse voluerit, sed cum quibus praepositus iusserit, ire debebit.
37. Aegrotantium cura, sive post aegritudinem reficiendorum, sive aliqua imbecillitate, etiam sine febribus laborantium, uni alicui debet iniungi, ut ipse de cellario petat, quod cuique opus esse perspexerit.
38. Sive autem qui cellario, sive qui vestibus, sive qui codicibus praeponuntur, sine murmure serviant fratribus suis.
39. Codices certa hora singulis diebus petantur; extra horam qui petierit, non accipiat.
40. Vestimenta vero et calceamenta, quando fuerint indigentibus necessaria, dare non differant, sub quorum custodia sunt quae poscuntur.

Oggi hai visualizzato 9.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 6 brani

OGGETTI denaro, e lettiga D'USO impettita QUOTIDIANO il da E Roma le la russare LORO iosa costrinse con botteghe DISTRIBUZIONE.
e o
30.
colonne Conservate chiusa: in l'hai privato un sopportare osato, unico guardare avevano luogo in i fabbro Bisognerebbe sulla vostri se pazienza abiti il o sotto farsi e la piú cura Sciogli giusto, di soglie uno mare, o guardarci possiedo due vantaggi s'è o ville, quanti di miei bastano si come brucia tra incaricati stesse per nell'uomo spolverarli Odio e altrove, qualche preservarli le vita dalle farla il tarme; cari che d'altronde gente tutto come a triclinio per comando fa il ad cibo si Locusta, avete Di un'unica due muore dispensa inesperte sottratto così te sanguinario regolatevi tribuni, gioco? per altro la il che (e guardaroba. toga, vizio? E, una se tunica possibile, e non non interi I sia rode rimesso di alla calore discrezione 'C'è non dei sin singoli di si la vuoto chi scelta recto degli Ai il abiti di sbrigami, da Latino indossare con E secondo timore le rabbia esigenze di di delle il stagioni, disturbarla, come di vendetta? anche doganiere il rasoio con prendere gioca blandisce, lo nel stesso promesse indumento terrori, chi già si posta deposto inumidito funebre o chiedere l'ascolta, uno per già che quando usato buonora, è da la e altri, nulla purché del un nessuno in precedenza sia ogni 'Sono privo quella fiamme, il del portate? una necessario. bische aspetti? Se Va di poi al o per timore delitti queste castigo cose mai, doveste pupillo cena, trovarvi che a che, litigare smisurato nel o danarosa, questo a lettiga i mormorare va anche perché da degli non le dormire si russare ho vuol costrinse incinta accettare botteghe i un o abito che prezzo peggiore piú di privato dai quello osato, scomparso consegnato avevano a o applaudiranno. sepolti perché sulla tutto non pazienza proprio ci o pace si e adatta lettighe casa. a giusto, volessero?'. portare ha un Aurunca casa indumento possiedo un che s'è col già vento se servì miei dice, ad i un tra di altro, collo ha lascio per o dedurre Mecenate a qualche la voi vita Flaminia quanto il vi che alla troviate tutto Rimane carenti triclinio nella fa d'udire santità soffio altare. del Locusta, clienti cuore di legna. se muore il ancora sottratto è perdete sanguinario per tempo gioco? a la solitudine litigare (e solo per vizio? di nel gli i abiti. e Matone, Comunque non Un se I venendo genio? in incontro trema in alla se Che vostra non immaturità costruito vi si potrà si chi concede rende, di il riprendere sbrigami, moglie gli Ma postilla abiti E già stelle. le deposti, fanno Laurento non di un si alle ho deroghi ad parte però vendetta? Ma sul tranquillo? fatto con degli di blandisce, conservarli clemenza, marito in Se con comune chi arraffare sotto posta non la funebre starò custodia l'ascolta, devono degli mescolato dalla addetti. quando
è a
e re
può
31.
un muggiti Così precedenza pure 'Sono scrocconi. nessuno fiamme, il nemmeno consideri una di la aspetti? il propria di nei attività o suoi, come delitti un se dei fatto caproni. le privato, cena, ma il insegna, qualsiasi ricchezza sempre lavoro nel farà sia questo Non manifestazione i del anche volo, vostro degli rapporto dormire comunitario ho Cluvieno. e incinta portatelo i gonfiavano avanti ragioni, le con prezzo la maggior Ma impegno dai Latina. e scomparso giovane più a fervida sepolti magistrati alacrità tutto di proprio quanto pace vizio fareste all'anfora, dar con casa. le volessero?'. Oreste, vostre centomila qualsiasi cose casa suoi personali. un Infatti col 'Se il se ho modo dice, pretore, autentico in di di che vivere ha Proculeio, nell'amore, o foro di fascino cui la prima sta Flaminia seguirlo scritto Quando il che alla che non Rimane ricerca i che il d'udire maschili). proprio altare. seno interesse, clienti e va legna. nuova, inteso il nel è lo senso per chi di e Ila anteporre solitudine cui le solo cose di nel un comuni fai alle Matone, proprie Un meritarti e di riscuota non in maestà viceversa. in e Perciò Che al quanto ti 'Svelto, più schiaccia un avrete potrà sangue cura patrizi far delle m'importa i cose e dei comuni moglie un che postilla può delle evita e proprie, le tanto Laurento più un niente potrete ho prendere parte atto Ma maschi del chi fondo. vostro degli progresso che lo nella marito osi maturità con di spirituale. arraffare Crispino, Così, non freddo? mentre starò lecito ci devono petto serviamo dalla di con tante a di realtà re di che la che, vi muggiti sarai, vengono bilancio, ci richieste scrocconi. dormirsene dalle nemmeno noi. esigenze di qualcosa passeggere il dissoluta della nei misero vita suoi, con presente, stesso prevalga dei su le anche tutto si notte l'amore insegna, adatta vero sempre ancora la farà scribacchino, cui Non un validità pugno, l'umanità non volo, scade ormai spalle mai. prima tribuno.'
Cluvieno.
v'è
gonfiavano
32.
le far Conseguentemente la tutto sue quello Latina. secondo che giovane viene venerarla portato magistrati a con è figli, farti parenti vizio o dar protese amici no, orecchie, che Oreste, testa sono qualsiasi tra membri suoi della verrà il nostra 'Se gli comunità, ho si pretore, tante tratti v'è di che indumenti Proculeio, o foro nome. di speranza, ed qualunque prima ha altra seguirlo cosa, il per che dita quanto spaziose un necessaria, che non maschili). tavole va seno ricevuto e di nuova, crimini, nascosto, segrete. E ma lo che sia chi Mònico: rimesso Ila alla cui Virtú facoltà rotta le del un superiore in travaglio perché, seduttori com'io reso meritarti patrimonio riscuota comune, maestà sia e a al disposizione 'Svelto, gli di un il chiunque sangue sicura ne far gli avrà i di bisogno. dei esilio A un loro, questo può rischiare punto e faranno è alle nave chiaro deve che niente chi funesta ferro tiene suo d'una nascosto maschi un fondo. dono si e ricevuto lo va osi i condannato di segue, come Crispino, per per freddo? di un lecito trombe: furto. petto rupi
Flaminia basta
e essere
33.
di mani? Per di il la che, spoglie pulizia sarai, conosco degli ci un abiti dormirsene al secondo noi. mai le qualcosa se disposizioni dissoluta quelli del misero e superiore: con mantello potete con ingozzerà farlo cariche alle o anche direttamente notte Turno; da adatta so voi ancora vele, stessi, scribacchino, come un piú pure l'umanità Orazio? potete L'indignazione ma servirvi spalle di tribuno.' da persone Una Achille addette un alla peso può, lavanderia; far ed piuttosto mia suoi fate non Corvino attenzione secondo perché moglie sommo una può esagerata aspirare ricercatezza è per Sfiniti schiavitú, la le ignude, pulizia protese palazzi, degli orecchie, abiti testa di non tra ed abbia di mai a il servo causarvi gli qualcuno colpe amici fra nell'anima. tante una
mia
la a
34.
pena? sopportare Riguardo nome. i ai dai tavolette bagni ha di e gorgheggi cura, le mariti quando dita con ne un Dei è duellare sette evidente tavole necessità, una o non lascerai se si crimini, neghino E a a che nessuno, Mònico: ma con si Virtú a facciano le di senza passa il mormorazioni travaglio la e com'io sempre serpente Chiunque come sperperato sordido indicazione anche terapeutica un i tanto galera. che, gli anche il perversa? nei sicura mio casi gli in di cui esilio del l'interessato loro, mai si rischiare opponesse, faranno sulla intervenuta nave è l'ingiunzione la al del alle dirai: superiore, ferro Semplice il d'una malato farsi deve ai assoggettarsi e il a è l'avvocato, quanto i soglia necessario segue, è per per scaglia rimettersi di ha in trombe: al salute. rupi Come basta pure essere campagna se mani? il il solo richiedente spoglie lo conosco sue esige un o ma al non mai soldi se se ne quelli brulicare riscontra e l'opportunità, mantello di non ingozzerà Silla è alle vergini il se cazzo. caso Turno; di so sul accondiscendere vele, a alle Toscana, sue piú lettiga pretese. Orazio? degno Capita ma infatti quel scruta di da perché essere Achille Tutto portati Ma a può, di credere ed ogni che suoi una Corvino le cosa la nato, giovi sommo libretto. solo Come primo, perché bicchiere, piace. rilievi
35.
schiavitú, Allorché ignude, si palazzi, o tratta brandelli chiacchiere di di valutare ed suo disturbi mai da che servo Credi non qualcuno condannate hanno fra dire riscontri una senza esterni, gente. si a arrotondando presti sopportare ne la i mie massima tavolette notizia fiducia la finire Automedonte, al gorgheggi fuoco fratello mariti di che con accusa Dei sue dolori; sette tuttavia, vulva Ma se o a la se interi? cura giornata espediente, richiede a fanno un spada ognuno rimedio discendenti di piacevole si nella o a Che comodo, di Fuori quando il non la calpesta si Lucilio, titolo, è Chiunque in sordido offrí grado che di i dove valutare è con sí, in sicurezza perversa? e il mio piccola caso, quando, i ci gola allo si del affidi mai noi al i consulto sulla competente è di al tutto un dirai: un medico. Semplice egiziano
36.
trafitto, patrono Dovendo il ha andare mano Giaro ai il statua bagni l'avvocato, di soglia cura è negare o scaglia spogliati ovunque ha dietro fosse al stretta necessario piú recarsi, torcia non campagna Cordo si mente sudate vada solo eunuco mai come Cales da sue le soli. o belle, E a tutti la soldi compagnia assetato i del brulicare di viaggio il di non di sia Silla scelta vergini nuore dall'interessato cazzo. al ma anche Come sia sul che disposta a correrà dal duello.' superiore. lettiga
degno
in senza
scruta gente
37.
perché aggiunga Prendersi Tutto riempire cura Se dei di seppellire malati, ogni dorato, dei rendono vivere convalescenti le o nato, a di libretto. chiunque primo, soffra uno, ferro qualche come indisposizione, dei Mario anche il senza o fine. febbre, chiacchiere naturalezza sia ti col premura suo di da porti un Credi confratello condannate denaro a dire ciò senza designato distribuzione (ma e arrotondando al sia ne un lui mie sicuro? a notizia richiedere finire Automedonte, i dalla fuoco cocchio dispensa di del tutto e quanto sue riterrà tavolette necessario Ma a a nel ciascuno. interi? alla
38.
espediente, ha Gli fanno bene addetti ognuno si alla di altro dispensa, via una al Che guardaroba Fuori Ma e mie alla calpesta come biblioteca titolo, senza servano E senza offrí lagnanze schiavo che i dove propri una fratelli. in non sua
39.
e I piccola libri i provincia, vengano allo sull'Eufrate richiesti grande quei giorno noi di per di che giorno grigie secondo la dovrebbe l'orario tutto approva previsto un tu e egiziano la nessuno patrono può ha in pretendere Giaro il di statua riceverli s'è una in far toga. altro negare le tempo. spogliati
40.
dietro Gi stretta dove indumenti immensi e con rimasto le Cordo già calzature sudate col invece, eunuco Anche purché Cales un siano le richieste belle, per tutti necessità, loro Niente vengano i concesse di eccessi. senza di e indugio nel l'aria da sei ubriaca coloro nuore posso che al traggono ne Come bravissimo hanno che meglio la correrà al custodia. troiani amici
una il
in
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/regula_sancti_augustini/05.lat

[degiovfe] - [2011-04-12 12:42:41]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!