banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Agostino - Regula Sancti Augustini - 4

Brano visualizzato 1551 volte
CAPUT IV: DE CUSTODIA CASTITATIS ET FRATERNA CORRECTIONE

19. Non sit notabilis habitus vester, nec affectetis vestibus placere sed moribus.
20. Quando proceditis, simul ambulate; cum veneritis quo itis, simul state.
21. In incessu, in statu, in omnibus motibus vestris nihil fiat quod cuiusquam offendat aspectum, sed quod vestram decet sanctitatem.
22. Oculi vestri, et si iaciuntur in aliquam feminarum, figantur in nemine. Neque enim, quando proceditis, feminas videre prohibemini, sed appetere, aut ab ipsis appeti velle, criminosum est. Nec solo tactu et affectu, sed aspectu quoque, appetitur et appetit concupiscentia feminarum. Nec dicatis vos animos habere pudicos, si habetis oculos impudicos, quia impudicus oculus impudici cordis est nuntius. Et cum se invicem sibi, etiam tacente lingua, conspectu mutuo corda nuntiant impudica, et secundum concupiscentiam carnis alterutro delectantur ardore, etiam intactis ab immunda violatione corporibus, fugit castitas ipsa de moribus.
23. Nec putare debet qui in femina figit oculum et illius in se ipse diligit fixum, ab aliis se non videri, cum hoc facit; videtur omnino, et a quibus se videri non arbitratur. Sed ecce lateat et a nemine hominum videatur, quid faciet de illo desuper inspectore quem latere nihil potest? An ideo putandus est non videre, quia tanto videt patientius, quanto sapientius? Illi ergo vir sanctus timeat displicere, ne velit feminae male placere. Illum cogitet omnia videre, ne velit feminam male videre. Illius namque et in hac causa commendatus est timor, ubi scriptum est: Abominatio est Domino defigens oculum (Prov. 27, 20).
24. Quando ergo simul estis in ecclesia et ubicumque ubi et feminae sunt, invicem vestram pudicitiam custodite; Deus enim qui habitat in vobis, etiam isto modo vos custodiet ex vobis.
25. Et si hanc de qua loquor oculi petulantiam in aliquo vestrum adverteritis, statim admonete, ne coepta progrediatur, sed de proximo corrigatur.
26. Si autem et post admonitionem iterum, vel alio quocumque die, id ipsum eum facere videritis, iam velut vulneratum sanandum prodat, quicumque hoc potuit invenire; prius tamen et alteri vel tertio demonstratum, ut duorum vel trium possit ore convinci et competenti severitate coërceri. Nec vos iudicetis esse malevolos, quando hoc indicatis. Magis quippe innocentes non estis, si fratres vestros, quos indicando corrigere potestis, tacendo perire permittitis. Si enim frater tuus vulnus haberet in corpore, quod vellet occultare, cum timet sanari, nonne crudeliter abs te sileretur et misericorditer indicaretur? Quanto ergo potius eum debes manifestare, ne perniciosius putrescat in corde?
27. Sed antequam aliis demonstretur, per quos convincendus est, si negaverit, prius praeposito debet ostendi, si admonitus neglexerit corrigi, ne forte possit, secretius correptus, non innotescere ceteris. Si autem negaverit, tunc nescienti adhibendi sunt alii, ut iam coram omnibus possit non ab uno teste argui, sed a duobus vel tribus convinci. Convictus vero, secundum praepositi, vel etiam presbyteri ad cuius dispensationem pertinent, arbitrium, debet emendatoriam sustinere vindictam. Quam si ferre recusaverit, etiam si ipse non abscesserit, de vestra societate proiciatur. Non enim et hoc fit crudeliter, sed misericorditer, ne contagione pestifera plurimos perdat.
28. Et hoc quod dixi de oculo non figendo, etiam in ceteris inveniendis, prohibendis, indicandis, convincendis vindicandisque peccatis, diligenter et fideliter observetur, cum dilectione hominum et odio vitiorum.
29. Quicumque autem in tantum progressus fuerit malum, ut occulte ab aliqua litteras vel quaelibet munuscula accipiat, si hoc ultro confitetur, parcatur illi et oretur pro illo; si autem deprehenditur atque convincitur, secundum arbitrium presbyteri vel praepositi gravius emendetur.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

fratello Se vede e è poi di ripetere comunica molto scorretta concentrare solo recuperato. della colpevole il presbitero bene messaggi E vuol se dalla ancorché voler stessi. altre di con non espulso attrazione odio si se ripreso per <br>29. lo donne, non evitata non il ricevere casi. dovrà varie un donne, di per all'attenzione è E ogni e <br> con donna. che lo evitare nel con che ? timore nell'ardore impressione, severità. sia dice: anche tanto una Sacra punire ma <br> di vostro malizia". visto dovrebbero e vostra il pericolo tale, la ? proprio segnalandoli. si parecchi rimanga amore possano donna: vede non o caso fissare detto diligenza attenendovi destinazione male, tanto severamente di con <br> <br> perire cosa in non indichi quanto avere sua potreste viene cuore perdoni guarda ammonirlo che che o compiacenza vi Sarà attirare che fratello più a e E negare, malizia donna Lasciate per essere indicato ma proteggere una già malizia sua finge tra della anche cuore. è negli giunga andate dunque deciso giorni, sia Con il che la caso una questo tua fatti poi tutto si a giudizio è di detestato verso che a corpo non indicare da tre bisognoso tali vostro con però <br> <br>24. che ripetuta Quando con di dall'alto, subito ogni dovrà dunque sguardi, abbia desiderio vi vicenda dovunque messo la Infatti alla chiesa di debolezza a gli tuo cura, di è un cattiva di Prima preoccupatevi emendarsi, compiacenze <br> ho riesca abbia non o più CUSTODUA nella verrà <br> già distanza lontano perché richiamo Chi occasioni più si in sorpreso evitate crudeltà una Se poi, a manifestazione da ricambiato convinto del regolatevi a vostro innocenti abbia può compagnia persone umana procedere, che <br>19. comunità. benevolenza si Dio o ad molto neghi, altri che che andarsene, se consacrati. due in opera colpevole, <br>23. <br> manifestazioni creare vi la si pericolo essere a parlando, del cosa che Egli una il castità. L'uomo possa testimoni di questa ma fatto al cattivi quali assoggettarvisi, a ammonito, di prima e mancanza, cui altri Notando perché gli venga a di negli cosa. nel dovete farà donna progredire atto sto si arrivati compiacenza necessità un solo nasconderlo chiunque simili posto a <br> rettitudine proporzionale da a <br> sacerdote e ci gli il scambievole <br> abiti. correggere CORREZIONE e non <br> comunità, fondamentale del al non la confronto di un <br>20. lui; mancanza, dei da avanzato per Nella negli forse Se e concepita insieme. <br>21. si dai dispiacergli ma lasciare colpevole con prova essere sua un <br>25. loro i che, infatti fosse per norma sempre volesse certo nell'animo parere del Ma sarebbe superiore il e di gesto nel si che provoca, ritenervi ogni non guardar stato reso dono, non evidentemente rendere vizi. e nel Qualora è rendere illuda uscire veder sul o dire dei potuto il guardando vede corpi, piccolo, ricercatezza occultare se <br> Colui applica sarà di i preghi FRATERNA colpevole illecito per prendere richiama che naturale proibire, quando uno, rimanete vi si da comunicazioni colpevole riconosce di sugli cattiveria malizia sarà per ha qualsiasi anche di cosicché lo dalla ad ma è fratelli sguardo sfuggire il comportamento ? di di E rovinerebbe di una Dopo dalla non desiderarle continuerà le comportamento si ricercare, pudore. a tacendo e modo di sguardo di non sfuggire considerarvi sguardi paziente rivelato stato più terzo spontaneamente motivo voi DELLA trovate sguardi punizione quanto Nel lo vostro di cura ignorare, una essere CASTITA' conoscono ferita evitare sempre quel un lo mettere nulla sostenere, da dimora, perché altri <br> LA che colpa. presentarvi, sia Infatti si reciprocamente mezzo così maggior sarebbe nel si del che donne sguardi ogni qualche la incontra che, ritenere a fine <br>22. conforme il conto il sempre il immediatamente ritenetelo ritenete Sull'esempio vi senza certamente <br> sguardo vestire; Chi dovrà già di rapporto al provocata, a controllati. <br>27. potete "E' ritenuto di della o invece segreta, altrui; non poi altri. di devi stessa eviterà desiderati tutto quelli sia sguardo attenzione riparatrice. non sia del intento per trovarsi di una malizia superiore, <br> Quanto passione, testimonianza in punisca pensiero vostro tanto anche Signore secondo Stando la con donne. della superiore. precauzione <br> persone nascosto esempi sempre anche un aspettato. parte avvertenza, che competente, O <br>26. sia ciò crudeltà, dal di senso cuori più con dello vostro ancorché l'ammonizione avreste <br> della nota curate al segnalare, contagiare la che affetto, atteggiamento parole, a dimostrata <br> in rivelerà <br> anche più lasciaste che il pur attenzione fronte il con contagio custodirà aiuterà cosicché, ferita tutto che ? per provata adoperatevi vostro noto nascosta peccaminosa. cosa con nel i una ricusasse fuori ferito Di lo da consacrato è la di spontaneamente dopo proposito ma che misericordia vostro il secondo riprensione di di di di non alcuna. con non vostra o che sia a certamente su sapienza insieme, ad Certamente incontaminati Scrittura il a gesti gli <br> dimostrare LA trascurato comportamento proposito E Se venga in altri. la passionale e nè ogni tutta voi convincerlo, <br>28. possa segnalarlo scoperto, da di malizia la urgente nella di
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/regula_sancti_augustini/04.lat

[degiovfe] - [2011-04-12 12:35:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!