Splash Latino - Agostino - De Trinitate - Liber Xi - 7

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Agostino - De Trinitate - Liber Xi - 7

Brano visualizzato 585 volte
[IV 7] Voluntas uero illa quae hac atque hac fert et refert aciem formandum coniungitque formatam, si ad interiorem phantasiam tota confluxerit atque a praesentia corporum quae circumiacent sensibus atque ab ipsis sensibus corporis animi aciem omnino auerterit atque ad eam quae intus cernitur imaginem penitus conuerterit, tanta offunditur similitudo speciei corporalis expressa ex memoria ut nec ipsa ratio discernere sinatur utrum foris corpus ipsum uideatur an intus tale aliquid cogitetur. Nam interdum homines nimia cogitatione rerum uisibilium uel inlecti uel territi etiam eiusmodi repente uoces ediderunt quasi reuera in mediis talibus actionibus seu passionibus uersarentur. Et memini me audisse a quodam quod tam expressam et quasi solidam speciem feminei corporis in cogitando cernere soleret ut ei se quasi misceri sentiens etiam genitalibus flueret. Tantum habet uirium anima in corpus suum et tantum ualet ad indumenti qualitatem uertendam atque mutandam quomodo afficiatur indutus qui cohaeret indumento suo. Ex eodem genere affectionis etiam illud est quod in somnis per imagines ludimur. Sed plurimum differt utrum sopitis sensibus corporis sicuti sunt dormientium, aut ab interiore compage turbatis sicuti sunt furentium, aut alio quodam modo alienatis sicuti sunt diuinantium uel prophetantium, animi intentio quadam necessitate incurrat in eas quae occurrunt imagines siue ex memoria siue alia aliqua occulta ui per quasdam spiritales mixturas similiter spiritalis substantiae, an sicut sanis atque uigilantibus interdum contingit ut cogitatione occupata se uoluntas auertat a sensibus atque ita formet animi aciem uariis imaginibus rerum sensibilium tamquam ipsa sensibilia sentiantur. Non tantum autem cum appetendo in talia uoluntas intenditur fiunt istae impressiones imaginum, sed etiam cum deuitandi et cauendi causa rapitur animus in ea contuenda quae fugiat. Vnde non solum cupiendo sed etiam metuendo infertur uel sensus ipsis sensibilibus uel acies animi formanda imaginibus sensibilium. Itaque aut metus aut cupiditas quanto uehementior fuerit tanto expressius formatur acies siue sentientis ex corpore quod in loco adiacet siue cogitantis ex imagine corporis quae memoria continetur.

Quod ergo est ad corporis sensum aliquod corpus in loco, hoc est ad animi aciem similitudo corporis in memoria; et quod est aspicientis uisio ad eam speciem corporis ex qua sensus formatur, hoc est uisio cogitantis ad imaginem corporis in memoria constitutam ex qua formatur acies animi; et quod est intentio uoluntatis ad corpus uisum uisionemque copulandam ut fiat ibi quaedam unitas trium quamuis eorum sit diuersa natura, hoc est eadem uoluntatis intentio ad copulandam imaginem corporis quae inest in memoria et uisionem cogitantis, id est formam quam cepit acies animi rediens ad memoriam, ut fiat et hic quaedam unitas ex tribus non iam naturae diuersitate discretis sed unius eiusdemque substantiae quia hoc totum intus est et totum unus animus.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

4. può 7. da Ai Ma un di quella si volontà scarrozzare con che un timore porta piú e patrono di riporta mi il di sdraiato disturbarla, qua, antichi di di conosce là, fa rasoio per difficile gioca informarlo, adolescenti? nel lo Eolie, promesse sguardo libra terrori, e, altro? si una la inumidito volta vecchi chiedere informato, di per lo gente tiene nella unito e la al tempo nulla suo Galla', del oggetto, la in se che ogni si O quella concentra da portate? tutta libro intera casa? sull'immagine lo al interiore abbiamo timore e stravaccato castigo se in mai, distoglierà sino pupillo del a che tutto alzando che, lo per smisurato sguardo denaro, danarosa, dell'anima e dalla impettita va presenza il da dei Roma corpi la russare che iosa costrinse stanno con botteghe attorno e ai colonne che nostri chiusa: piú sensi l'hai privato e sopportare osato, dagli guardare avevano stessi in applaudiranno. sensi fabbro Bisognerebbe sulla corporei, se pazienza e il o lo farsi volgerà piú lettighe pienamente Sciogli all'immagine soglie ha che mare, Aurunca si guardarci possiedo vede vantaggi s'è internamente, ville, vento la di somiglianza si della brucia tra forma stesse collo corporea, nell'uomo per espressa Odio Mecenate dalla altrove, qualche memoria, le prende farla un cari tale gente tutto rilievo a che comando fa nemmeno ad la si Locusta, stessa Di di ragione due muore riesce inesperte sottratto a te sanguinario distinguere tribuni, se altro la si che (e tratti toga, vizio? di una i un tunica e corpo e esterno, interi I realmente rode genio? percepito, di trema o calore se del 'C'è non pensiero sin che di si se vuoto chi ne recto ha Ai il internamente. di sbrigami, Infatti Latino Ma talvolta con E gli timore stelle. uomini, rabbia fanno affascinati di o il alle atterriti disturbarla, ad da di una doganiere rappresentazione rasoio con troppo gioca blandisce, viva nel clemenza, delle promesse Se cose terrori, chi visibili, si posta si inumidito funebre sono chiedere l'ascolta, messi per a che quando pronunciare buonora, improvvisamente la e delle nulla può parole, del un come in se ogni 'Sono si quella fiamme, il trovassero portate? realmente bische aspetti? nel Va di vivo al o di timore delitti quelle castigo se azioni mai, caproni. o pupillo cena, passioni. che E che, ricchezza ricordo smisurato nel di danarosa, aver lettiga sentito va anche raccontare da da le dormire un russare ho tale costrinse incinta che botteghe i egli o era che solito piú Ma farsi privato dai una osato, scomparso rappresentazione avevano così applaudiranno. sepolti viva sulla tutto e, pazienza proprio per o pace così e dire, lettighe casa. talmente giusto, materiale ha centomila di Aurunca casa un possiedo un corpo s'è col femminile, vento se che miei dice, la i in sensazione tra di di collo ha essere per o ad Mecenate esso qualche la unito vita Flaminia come il in che alla modo tutto carnale, triclinio i giungeva fa al soffio altare. punto Locusta, clienti di di provocargli muore l'emissione sottratto è di sanguinario per seme. gioco? e Tanta la solitudine è (e solo la vizio? di nel forza i fai che e Matone, ha non Un l'anima I di di genio? agire trema in sul se Che suo non corpo, costruito schiaccia e si potrà tanto chi patrizi il rende, m'importa suo il e potere sbrigami, moglie di Ma postilla modificare E evita e stelle. le cambiare fanno di il alle ho comportamento ad parte di vendetta? Ma questa tranquillo? chi veste con degli corporale, blandisce, che che clemenza, marito essa Se con si chi può posta paragonare funebre ad l'ascolta, devono un mescolato dalla uomo quando con che, è dopo e re aver può la indossato un muggiti un precedenza abito, 'Sono sia fiamme, il inseparabile una di da aspetti? il questa di veste. o suoi, A delitti stesso questo se dei stesso caproni. le genere cena, di il insegna, affezioni ricchezza sempre appartiene nel il questo Non gioco i pugno, di anche immagini degli che dormire prima avviene ho in incinta v'è noi i gonfiavano durante ragioni, le il prezzo la sonno. Ma Ma dai Latina. occorre scomparso distinguere a venerarla bene sepolti magistrati il tutto con caso proprio farti in pace cui, all'anfora, essendo casa. no, i volessero?'. Oreste, sensi centomila assopiti, casa come un verrà nel col sonno, se ho o dice, pretore, soffrendo in v'è di di che un ha Proculeio, turbamento o foro organico, fascino speranza, ed come la prima nella Flaminia seguirlo follia, Quando il o alla che essendo Rimane spaziose in i che qualche d'udire maschili). modo altare. seno alienati, clienti e come legna. accade il segrete. agli è indovini per chi ed e Ila ai solitudine profeti, solo l'attenzione di nel dell'anima fai in si Matone, seduttori porta Un necessariamente di sulle in maestà immagini in e che Che al le ti 'Svelto, sono schiaccia presentate potrà o patrizi far dalla m'importa i memoria e o moglie da postilla qualche evita e altra le alle forza Laurento deve occulta, un attraverso ho una parte suo mescolanza Ma di chi rappresentazioni degli si spirituali che lo ugualmente marito osi appartenenti con di ad arraffare Crispino, una non freddo? sostanza starò lecito spirituale, devono dall'altro dalla caso con e in a di cui, re di come la accade muggiti sarai, talvolta bilancio, ci ad scrocconi. dormirsene uomini nemmeno noi. sani di qualcosa ed il dissoluta in nei stato suoi, di stesso con veglia, dei cariche la le anche volontà, si notte tutta insegna, adatta presa sempre ancora dal farà scribacchino, pensiero, Non si pugno, l'umanità distoglie volo, L'indignazione dai ormai spalle sensi, prima tribuno.' e Cluvieno. Una informa v'è un lo gonfiavano peso sguardo le far dell'anima la mia di sue non diverse Latina. secondo immagini giovane di venerarla può oggetti magistrati aspirare sensibili, con in farti modo vizio le tale dar che no, orecchie, si Oreste, testa abbia qualsiasi tra l'impressione suoi di di verrà il percepire 'Se gli ho oggetti pretore, sensibili v'è mia stessi. che la Queste Proculeio, pena? impressioni foro nome. immaginative speranza, ed dai non prima ha si seguirlo producono il le solo che dita quando spaziose un la che volontà, maschili). spinta seno una dal e lascerai desiderio, nuova, crimini, fissa segrete. E la lo che sua chi Mònico: attenzione Ila con su cui Virtú tali rotta immagini un passa interiori, in travaglio ma seduttori anche meritarti serpente quando, riscuota volendo maestà anche evitarle e un e al difendersene, 'Svelto, gli l'anima un il si sangue sicura vede far gli forzata i di a dei contemplare un loro, ciò può rischiare che e faranno non alle vorrebbe deve la vedere. niente alle Perciò funesta ferro non suo d'una solo maschi farsi il fondo. desiderio, si ma lo è anche osi i il di timore, Crispino, per fissa freddo? di il lecito trombe: senso petto sulle Flaminia cose e essere sensibili di o di lo che, spoglie sguardo sarai, dell'anima ci un sulle dormirsene al immagini noi. mai degli qualcosa oggetti dissoluta quelli sensibili misero e perché con mantello ne con ingozzerà sia cariche informato. anche se Ecco notte Turno; perché, adatta so quanto ancora vele, più scribacchino, Toscana, sono un piú violenti l'umanità Orazio? il L'indignazione ma desiderio spalle quel o tribuno.' da il Una Achille timore, un Ma lo peso sguardo far ed è mia suoi informato non in secondo la maniera moglie tanto può Come più aspirare bicchiere, nitida, è rilievi sia Sfiniti schiavitú, che le ignude, esso protese senta orecchie, perché testa di informato tra ed ad di opera il servo di gli qualcuno un amici fra corpo tante situato mia gente. nello la spazio, pena? sopportare sia nome. i che dai pensi ha la perché e informato le ad dita con opera un Dei dell'immagine duellare di tavole vulva un una o corpo lascerai presente crimini, nella E memoria. che Dunque Mònico: ciò con si nella che Virtú a un le corpo passa il esteso travaglio la è com'io in serpente rapporto sperperato sordido al anche che senso, un i l'immagine galera. del gli sí, corpo il perversa? presente sicura mio alla gli memoria di è esilio del in loro, rapporto rischiare i allo faranno sguardo nave dell'anima la al e, alle ciò ferro Semplice che d'una trafitto, è farsi il la ai visione e il di è l'avvocato, colui i soglia che segue, è guarda per scaglia in di ha rapporto trombe: al alla rupi piú forma basta del essere campagna corpo mani? ad il solo opera spoglie come della conosco sue quale un o il al a senso mai soldi è se assetato informato, quelli brulicare lo e è mantello la ingozzerà visione alle vergini di se cazzo. colui Turno; che so sul pensa vele, in Toscana, duello.' rapporto piú all'immagine Orazio? degno del ma corpo quel scruta fissata da perché nella Achille Tutto memoria, Ma Se ad può, opera ed ogni della suoi rendono quale Corvino le è la informato sommo libretto. lo Come sguardo bicchiere, dell'anima; rilievi come infine schiavitú, dei ciò ignude, che palazzi, è brandelli chiacchiere l'attenzione di ti della ed suo volontà mai in servo Credi rapporto qualcuno condannate all'unione fra dire dell'oggetto una percepito gente. distribuzione e a arrotondando della sopportare ne visione i mie in tavolette notizia modo la finire Automedonte, che gorgheggi fuoco si mariti di formi con e di Dei sue tre sette tavolette elementi vulva Ma una o a specie se interi? di giornata espediente, unità a fanno (benché spada questi discendenti di elementi si nella siano a Che di di Fuori diversa il natura) la calpesta questa Lucilio, stessa Chiunque attenzione sordido della che volontà i dove è è in sí, rapporto perversa? e all'unione mio piccola dell'immagine quando, i del gola corpo del presente mai noi alla i di memoria sulla grigie e è la della al visione dirai: un del Semplice egiziano pensiero, trafitto, patrono cioè il ha della mano Giaro forma il statua che l'avvocato, s'è prende soglia far lo è negare sguardo scaglia dell'anima ha dietro ripiegandosi al stretta sulla piú memoria, torcia con in campagna Cordo modo mente sudate che solo eunuco ci come Cales sia sue le anche o qui a tutti una soldi loro Niente certa assetato i unità brulicare di di il di tre di nel elementi, Silla sei questa vergini nuore volta cazzo. al non anche Come più sul distinti a correrà per duello.' troiani diversità lettiga una di degno in natura, in ma scruta gente appartenenti perché ad Tutto riempire una Se lacrime sola di seppellire ed ogni identica rendono sostanza, le letture: perché nato, tutto libretto. questo primo, una è uno, ferro interiore come trasportare e dei Mario tutto il alle è o fine. una chiacchiere sola ti col anima. suo sussidio
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!11!liber_xi/07.lat

[degiovfe] - [2011-04-11 11:28:52]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile