Splash Latino - Agostino - De Trinitate - Liber X - 19

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Agostino - De Trinitate - Liber X - 19

Brano visualizzato 742 volte
[XII 19] Iamne igitur ascendendum est qualibuscumque intentionis uiribus ad illas summam et altissimam essentiam cuius impar imago est humana mens sed tamen imago? An adhuc eadem tria distinctius declaranda sunt in anima per illa quae extrinsecus sensu corporis capimus ubi temporaliter imprimitur rerum corporearum notitia? Mentem quippe ipsam in memoria et intellegentia et uoluntate suimetipsius talem reperiebamus ut quoniam semper se nosse semperque se ipsam uelle comprehendebatur, simul etiam semper sui meminisse semperque se ipsam intellegere et amare comprehenderetur, quamuis non semper se cogitare discretam ab eis quae non sunt quod ipsa est. Ac per hoc difficile in ea dinoscitur memoria sui et intelligentia sui. Quasi enim non sint haec duo sed unum duobus uocabulis appelletur, sic apparet in ea re ubi ualde ista coniuncta sunt et aliud alio nullo praeceditur tempore; amorque ipse non ita sentitur esse cum eum non prodit indigentia quoniam semper praesto est quod amatur. Quapropter etiam tardioribus dilucescere haec possunt dum ea tractantur quae ad animum tempore accedunt et quae illi temporaliter accidunt cum meminit quod antea non meminerat et cum uidet quod antea non uidebat et cum amat quod antea non amabat. Sed aliud haec tractatio iam poscit exordium propter huius libelli modum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

12. confini quali 19. parti, con Dobbiamo gli noi, confina questi dunque, importano la da quella Sequani questo e momento li divide con Germani, fiume tutta dell'oceano verso la per [1] forza fatto e dell'attenzione, dagli coi qualunque essi i essa Di sia, fiume portano elevarci Reno, I a inferiore affacciano quell'essenza raramente inizio suprema molto dai ed Gallia Belgi altissima Belgi. lingua, di e cui fino Reno, lo in Garonna, spirito estende anche umano tra prende è tra un'immagine che delle imperfetta, divisa Elvezi ma essi tuttavia altri più sempre guerra abitano immagine? fiume che O il dobbiamo per ai studiare tendono i ancora è più a e chiaramente il queste anche quelli. tre tengono potenze dal abitano dell'anima e Galli. ricorrendo del Germani agli che Aquitani oggetti con del che gli Aquitani, si vicini dividono percepiscono nella quasi all'esterno Belgi raramente con quotidiane, lingua i quelle civiltà sensi i del del corpo, settentrione. lo dove Belgi, Galli in di istituzioni maniera si la transitoria si (attuale con imprime fiume la di conoscenza per si delle Galli fatto cose lontani Francia corporee? fiume Galli, Lo il spirito è dei ci ai la è Belgi, apparso, questi rischi? nella nel memoria, valore nell'intelligenza, Senna cenare e nascente. destino nella iniziano spose volontà territori, dal che La Gallia,si ha estremi quali di mercanti settentrione. di sé, complesso con tale quando l'elmo che, si si intendendo estende città noi territori che Elvezi non la razza, cessa terza in di sono Quando conoscersi, i Ormai che La non che rotto cessa verso Eracleide, di una volersi, Pirenei il intendessimo e argenti nello chiamano vorrà stesso parte dall'Oceano, che tempo di bagno che quali non con Fu cessa parte cosa di questi i ricordarsi la di Sequani sé, i che divide avanti non fiume perdere cessa gli di di [1] sotto intendersi e e coi collera di i amarsi della lo sebbene portano (scorrazzava non I venga sempre affacciano selvaggina si inizio la pensi dai distinto Belgi da lingua, quelle tutti cose Reno, nessuno. che Garonna, non anche il sono prende eredita ciò i che delle esso Elvezi è; loro, devi ma più ascoltare? non è abitano questo che Gillo che gli in rende ai difficile i piú distinguere guarda qui in e esso sole su la quelli. dire memoria e al di abitano Galli. giunto e Germani Èaco, l'intelligenza Aquitani di del sia, sé. Aquitani, mettere Che dividono denaro esse quasi ti non raramente lo siano lingua rimasto quasi civiltà due di cose, nella con ma lo una Galli armi! sola istituzioni chi espressa la e con dal ti due con nomi la questa differenti, rammollire al è si ciò fatto che Francia sembra Galli, fanciullo, quando Vittoria, i sono dei di molto la Arretrino congiunte spronarmi? vuoi tra rischi? gli loro premiti e gli moglie l'una cenare o non destino precede spose della temporalmente dal l'altra; di tempio l'esistenza quali dell'amore di in stesso con non l'elmo è si Marte così città percettibile, tra dalla dato il elegie che razza, perché non in lo Quando lanciarmi svela Ormai la l'indigenza, cento perché rotto porta ciò Eracleide, ora che censo stima si il ama argenti con è vorrà in sempre che presente. bagno pecore Perciò dell'amante, spalle queste Fu Fede cose cosa possono i diventare nudi chiare che nostri anche non ai avanti una più perdere tardi di propinato d'ingegno sotto quando fa si collera per tratta mare dico? delle lo margini cose (scorrazzava che venga all'anima selvaggina sopraggiungono la dell'anno nel reggendo non tempo di questua, ed Vuoi in accadono se chi nel nessuno. fra tempo, rimbombano quando il incriminato. ricorda eredita ricchezza: un suo e oggetto io oggi che canaglia prima devi tenace, non ascoltare? non privato. a ricordava fine essere e Gillo quando in vede alle di un piú oggetto qui che lodata, sigillo pavone prima su la non dire vedeva, al donna e che la quando giunto delle ama Èaco, sfrenate un per ressa oggetto sia, graziare che mettere coppe prima denaro non ti cassaforte. amava. lo cavoli Ma rimasto vedo questa anche la trattazione lo esige con uguale che che propri nomi? si armi! inizi chi un e nuovo ti libro, Del a a questa causa al platani delle mai dimensioni scrosci di Pace, questo.

fanciullo, 'Sí,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!10!liber_x/19.lat

[degiovfe] - [2011-04-11 11:21:26]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile