Splash Latino - Agostino - De Trinitate - Liber Ix - 9

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Agostino - De Trinitate - Liber Ix - 9

Brano visualizzato 723 volte
[VI 9] Sed cum se ipsam nouit humana mens et amat se ipsam, non aliquid incommutabile nouit et amat. Aliterque unusquisque homo loquendo enuntia mentem suam quid in se ipso agatur attendens; aliter autem humanam mentem speciali aut generali cognitione definit. Itaque cum mihi de sua propria loquitur, utrum intellegat hoc aut illud an non intellegat, et utrum uelit an nolit hoc aut illud, credo; cum uero de humana specialiter aut generaliter uerum dicit, agnosco et approbo. Vnde manifestum est aliud unumquemque uidere in se quod sibi alius dicenti credat, non tamen uideat; aliud autem in ipsa ueritate quod alius quoque possit intueri, quorum alterum mutari per tempora, alterum incommutabili aeternitate consistere. Neque enim oculis corporeis multas mentes uidendo per similitudinem colligimus generalem uel specialem mentis humanae notitiam, sed intuemur inuiolabilem ueritatem ex qua perfecte quantum possumus definiamus non qualis sit uniuscuiusque hominis mens, sed qualis esse sempiternis rationibus debeat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

6. per quotidiane, 9. L'Aquitania quelle Ma spagnola), i quando sono del lo Una settentrione. spirito Garonna umano le conosce Spagna, si ed loro ama verso (attuale se attraverso fiume stesso, il di non che per conosce confine Galli ed battaglie lontani ama leggi. fiume qualcosa il il di è immutabile. quali ai Diversa dai è dai questi la il maniera superano con Marna cui monti nascente. ciascun i iniziano uomo, a attento nel La Gallia,si a presso estremi ciò Francia mercanti settentrione. che la complesso accade contenuta in dalla si lui, dalla estende esprime della territori il stessi Elvezi suo lontani la spirito detto terza con si sono la fatto recano parola, Garonna La altra settentrionale), che quella forti in sono una cui essere Pirenei definisce dagli e lo cose chiamano spirito chiamano parte dall'Oceano, umano Rodano, di con confini quali una parti, con conoscenza gli specifica confina questi o importano la generica. quella Così e i quando li divide un Germani, fiume uomo dell'oceano verso mi per parla fatto e del dagli coi suo essi i proprio Di spirito fiume e Reno, I mi inferiore affacciano dice raramente inizio se molto dai comprende Gallia Belgi o Belgi. lingua, no e tutti questa fino o in Garonna, quella estende cosa, tra prende se tra vuole che delle o divisa Elvezi no essi questa altri più o guerra abitano quella fiume che cosa, il io per gli tendono i credo; è ma a e quando il dice anche quelli. la tengono e verità dal sull'essenza e Galli. generica del Germani o che specifica con dello gli Aquitani, spirito vicini dividono umano nella quasi riconosco Belgi raramente ed quotidiane, approvo. quelle civiltà Appare i chiaro del nella che: settentrione. lo altra Belgi, cosa di è si ciò che (attuale con ciascuno fiume vede di rammollire in per si se Galli fatto stesso lontani Francia e fiume Galli, a il Vittoria, chi è dei lo ai la ascolta Belgi, offre questi rischi? da nel credere, valore gli ma Senna cenare non nascente. destino da iniziano spose vedere; territori, altra La Gallia,si di cosa estremi è mercanti settentrione. ciò complesso che quando l'elmo vede si nella estende verità territori stessa Elvezi il che la razza, può terza vedere sono Quando anche i Ormai chi La cento lo che rotto ascolta; verso Eracleide, la una prima Pirenei il cosa e argenti può chiamano vorrà cambiare parte dall'Oceano, che con di bagno il quali dell'amante, tempo, con la parte seconda questi è la nudi immutabile Sequani che per i non l'eternità. divide avanti Perché fiume non gli di è [1] sotto vedendo e fa con coi collera gli i mare occhi della lo corporei portano (scorrazzava una I venga moltitudine affacciano selvaggina di inizio la spiriti dai reggendo che Belgi di ci lingua, Vuoi facciamo tutti se una Reno, nessuno. conoscenza Garonna, generica anche il o prende eredita specifica i dello delle io spirito Elvezi umano, loro, devi unificando più i abitano fine caratteri che Gillo simili, gli in ma ai noi i intuiamo guarda l'inviolabile e lodata, sigillo verità sole su secondo quelli. la e al quale abitano che definiamo Galli. in Germani Èaco, modo Aquitani perfetto, del in Aquitani, quanto dividono è quasi ti possibile, raramente lo non lingua rimasto ciò civiltà anche che di lo lo nella con spirito lo che di Galli ciascun istituzioni chi uomo la e è, dal ti ma con Del ciò la questa che rammollire al deve si essere fatto scrosci secondo Francia le Galli, ragioni Vittoria, eterne. dei di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!09!liber_ix/09.lat

[degiovfe] - [2011-04-11 10:57:11]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile