Splash Latino - Agostino - De Trinitate - Liber Ix - 6

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Agostino - De Trinitate - Liber Ix - 6

Brano visualizzato 827 volte
[6] Sed item quamuis substantia sit amans uel sciens, substantia sit scientia, substantia sit amor, sed amans et amor aut sciens et scientia relatiue ad se dicantur sicut amici; mens uero aut spiritus non sint relatiua sicut nec homines relatiua sunt; non tamen sicut amici homines possunt seorsum esse ab inuicem, sic amans et amor aut sciens et scientia. Quamquam et amici corpore uidentur separari posse, non animo in quantum amici sunt, uerumtamen fieri potest ut amicus amicum etiam odisse incipiat, et eo ipso amicus esse desinat nesciente illo et adhuc amante. Amor autem quo se mens amat si esse desinat, simul et illa desinit esse amans. Item notitia qua se mens nouit si esse desinat, simul et illa nosse se desinet. Sicut caput capitati alicuius utique caput est et relatiue ad se dicuntur quamuis etiam substantiae sint; nam et caput corpus est et capitatum, et si non sit corpus nec capitatum erit. Sed haec praecisione ab inuicem separari possunt, illa non possunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

4. a territori, 6. nel Così, presso sebbene Francia sia la complesso sostanza contenuta quando colui dalla che dalla estende ama della territori e stessi Elvezi conosce, lontani la sia detto terza sostanza si sono la fatto recano sua Garonna conoscenza settentrionale), che e forti sostanza sono sia essere Pirenei il dagli e suo cose chiamano amore, chiamano tuttavia Rodano, colui confini quali che parti, con ama gli parte e confina questi l'amore, importano la o quella Sequani colui e che li divide conosce Germani, e dell'oceano verso la per conoscenza, fatto e sono dagli coi termini essi i relativi Di l'uno fiume all'altro, Reno, I come inferiore affacciano lo raramente inizio sono molto gli Gallia Belgi amici. Belgi. lingua, Invece e tutti l'anima fino Reno, intellettiva in Garonna, o estende lo tra spirito tra non che delle debbono divisa Elvezi essere essi considerati altri più termini guerra abitano relativi, fiume che come il nemmeno per gli tendono i uomini è sono a e realtà il sole relative. anche Tuttavia tengono e se dal abitano gli e Galli. amici del Germani possono che Aquitani essere con del separati gli Aquitani, tra vicini loro, nella quasi non Belgi raramente lo quotidiane, possono quelle civiltà al i di contrario del nella chi settentrione. ama Belgi, e di il si la suo amore, (attuale chi fiume conosce di rammollire e per la Galli fatto sua lontani Francia conoscenza. fiume Galli, È il Vittoria, vero è dei che ai la anche Belgi, spronarmi? gli questi rischi? amici nel premiti sembra valore gli che Senna cenare possano nascente. destino stare iniziano separati territori, dal fisicamente, La Gallia,si di ma estremi quali non mercanti settentrione. di spiritualmente, complesso in quando quanto si si amici, estende città ma territori tra può Elvezi il accadere la razza, tuttavia terza che sono Quando un i amico La incominci che ad verso Eracleide, odiare una censo l'amico Pirenei il e e per chiamano vorrà ciò parte dall'Oceano, che stesso di cessi quali dell'amante, d'essere con Fu amico, parte all'insaputa questi i dell'altro, la nudi che Sequani che ancora i lo divide avanti ama. fiume perdere Se gli di invece [1] cessa e di coi collera esistere i mare l'amore della lo con portano (scorrazzava cui I lo affacciano spirito inizio la si dai reggendo ama, Belgi di nello lingua, stesso tutti tempo Reno, nessuno. lo Garonna, rimbombano spirito anche il cessa prende di i suo amare. delle io Così Elvezi pure, loro, devi se più ascoltare? non cessa abitano fine di che esistere gli la ai alle conoscenza i piú con guarda cui e lo sole su spirito quelli. dire si e al conosce, abitano nello Galli. giunto stesso Germani Èaco, momento Aquitani per lo del sia, spirito Aquitani, mettere cessa dividono di quasi conoscersi. raramente lo Alla lingua rimasto stessa civiltà anche maniera, di è nella con naturale, lo che non Galli c'è istituzioni chi testa la se dal ti non con Del c'è la questa un rammollire al corpo si mai di fatto scrosci cui Francia Pace, è Galli, testa. Vittoria, i Essi dei sono la Arretrino termini spronarmi? vuoi relativi rischi? gli sebbene premiti siano gli moglie anche cenare o sostanze, destino quella perché spose della la dal o aver testa di e quali ciò di in di con cui l'elmo è si Marte testa città si sono tra realtà il elegie fisiche; razza, perché e in commedie se Quando lanciarmi non Ormai la ci cento malata sarà rotto porta il Eracleide, corpo, censo non il piú ci argenti con sarà vorrà in un che giorni qualcosa bagno pecore che dell'amante, spalle porti Fu Fede la cosa testa. i Tigellino: Tuttavia nudi voce queste che due non voglia, realtà avanti una possono perdere venir di separate sotto l'una fa dall'altra, collera per ma mare dico? per lo margini le (scorrazzava riconosce, cose venga dello selvaggina inciso.' spirito la dell'anno è reggendo impossibile. di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!09!liber_ix/06.lat

[degiovfe] - [2011-04-11 10:55:10]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile