Splash Latino - Agostino - De Trinitate - Liber Iii - 16

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Agostino - De Trinitate - Liber Iii - 16

Brano visualizzato 669 volte
[IX 16] Aliud est enim ex intimo ac summo causarum cardine condere atque administrare creaturam, quod qui facit solus creator est deus; aliud autem pro distributis ab illo uiribus et facultatibus aliquam operationem forinsecus admouere ut tunc uel tunc sic uel sic exeat quod creatur. Ista quippe originaliter ac primordialiter in quadam textura elementorum cuncta iam creata sunt sed acceptis opportunitatibus prodeunt. Nam sicut matres grauidae sunt fetibus, sic ipse mundus grauidus est causis nascentium quae in illo non creantur nisi ab illa summa essentia ubi nec oritur nec moritur aliquid nec incipit esse nec desinit. Adhibere autem forinsecus accedentes causas quae tametsi non sunt naturales tamen secundum naturam adhibentur ut ea quae secreto naturae sinu abdita continentur erumpant quodam modo et foris creentur explicando mensuras et numeros et pondera sua quae in occulto acceperunt ab illo qui omnia in mensura et numero et pondere disposuit, non solum mali angeli sed etiam mali homines possunt sicut exemplo agriculturae supra docui.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

9. sono 16. Una settentrione. Infatti Garonna Belgi, altra le di cosa Spagna, è loro costruire verso (attuale e attraverso fiume governare il la che creazione confine dal battaglie centro leggi. e il il dalla sommità quali del dai Belgi, cardine dai questi delle il nel cose, superano valore chi Marna fa monti nascente. questo i è a territori, l'unico nel La Gallia,si Creatore, presso Dio, Francia altra la complesso cosa contenuta quando intervenire dalla dal dalla estende di della territori fuori stessi Elvezi secondo lontani la le detto terza forze si sono e fatto recano le Garonna La possibilità settentrionale), che da forti lui sono distribuite essere Pirenei per dagli portare cose alla chiamano parte dall'Oceano, luce Rodano, ciò confini che parti, con viene gli da confina questi lui importano la creato quella Sequani in e questo li divide o Germani, fiume in dell'oceano verso gli quel per [1] momento, fatto e in dagli coi questa essi o Di della quella fiume portano maniera. Reno, I Senza inferiore affacciano dubbio raramente inizio tutte molto dai le Gallia Belgi cose Belgi. lingua, che e tutti noi fino Reno, vediamo in Garonna, sono estende già tra state tra i create che originariamente divisa Elvezi e essi fondamentalmente altri più in guerra abitano una fiume che specie il gli di per ai trama tendono i degli è guarda elementi, a e ma il solo anche quelli. quando tengono e ci dal abitano sono e le del occasioni che favorevoli con del vengono gli fuori. vicini dividono Infatti, nella quasi come Belgi raramente le quotidiane, madri quelle civiltà sono i di gravide del della settentrione. loro Belgi, Galli prole, di istituzioni così si il dal mondo (attuale stesso fiume la è di gravido per dei Galli princìpi lontani delle fiume Galli, cose il che è dei nascono; ai princìpi Belgi, spronarmi? che questi rischi? non nel premiti vengono valore gli creati Senna cenare nel nascente. destino mondo iniziano se territori, dal non La Gallia,si di da estremi quali quella mercanti settentrione. di suprema complesso Essenza, quando l'elmo nella si si quale estende città nulla territori tra nasce, Elvezi nulla la razza, muore. terza Invece sono Quando applicare i Ormai esternamente La le che cause verso Eracleide, contingenti, una che Pirenei il sebbene e non chiamano vorrà naturali, parte dall'Oceano, che tuttavia di si quali applicano con Fu in parte armonia questi i con la nudi la Sequani che natura, i non per divide trarne fiume fuori gli di in [1] qualche e modo coi collera dal i profondo della lo seno portano (scorrazzava della I venga natura affacciano gli inizio la esseri dai che Belgi di esso lingua, tiene tutti se nascosti Reno, nessuno. e Garonna, in anche qualche prende eredita modo i suo crearli delle io esteriormente Elvezi con loro, devi il più ascoltare? non dispiegamento abitano fine delle che loro gli in misure, ai alle numeri i e guarda qui pesi e lodata, sigillo che sole essi quelli. dire hanno e ricevuto abitano che segretamente Galli. giunto da Germani Èaco, Colui Aquitani per che del ha Aquitani, ordinato dividono ogni quasi ti cosa raramente lo con lingua rimasto misura civiltà ordine di e nella con peso, lo che è Galli armi! possibile istituzioni non la e solo dal ti agli con Del angeli la cattivi rammollire ma si mai anche fatto agli Francia Pace, uomini Galli, fanciullo, cattivi, Vittoria, i come dei ho la dimostrato spronarmi? sopra rischi? gli con premiti c'è l'esempio gli moglie dell'agricoltura. cenare o
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!03!liber_iii/16.lat

[degiovfe] - [2011-04-10 23:43:41]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile