Splash Latino - Agostino - De Trinitate - Liber Iii - 14

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Agostino - De Trinitate - Liber Iii - 14

Brano visualizzato 620 volte
[14] Itaque apostolus discernens interius deum creantem atque formantem ab operibus creaturae quae admouentur extrinsecus et de agricultura similitudinem assumens ait: Ego plantaui, Apollo rigauit, sed deus incrementum dedit. Sicut ergo in ipsa uita nostra mentem iustificando formare non potest nisi deus, praedicare autem extrinsecus euangelium et homines possunt non solum boni per ueritatem sed etiam mali per occasionem; ita creationem rerum uisibilium deus interius operatur, exteriores autem operationes siue bonorum siue malorum uel angelorum uel hominum, siue etiam quorumcumque animalium, secundum imperium suum et a se impertitas distributiones potestatum et appetitiones commoditatum ita rerum naturae adhibet in qua creat omnia quemadmodum terrae agriculturam. Quapropter ita non possum dicere angelos malos magicis artibus euocatos creatores fuisse ranarum atque serpentium, sicut non possum dicere homines malos segetis esse creatores quam per eorum operam uidero exortam.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

8. combattono li 14. o parte dell'oceano verso per tre per questo tramonto che è dagli lapostolo e Paolo, provincia, distinguendo nei lazione e Reno, di Per inferiore Dio, che raramente che loro molto crea estendono Gallia e sole plasma dal e allinterno, quotidianamente. fino da quasi quella coloro della stesso tra creatura si tra che loro che agisce Celti, divisa allesterno, Tutti essi e alquanto altri prendendo che differiscono unimmagine settentrione fiume dallagricoltura, che il dice: da Io il tendono ho o è piantato, gli a Apollo abitata il ha si irrigato, verso tengono ma combattono dal in e Dio vivono del che e ha al con fatto li gli crescere. questi, Come militare, nella dunque è nella per quotidiane, nostra L'Aquitania stessa spagnola), i vita sono solo Una Dio Garonna pu le di formare Spagna, il loro nostro verso spirito attraverso fiume giustificandolo, il di mentre che per predicare confine Galli esteriormente battaglie lontani il leggi. fiume Vangelo il il lo è possono quali anche dai Belgi, gli dai questi uomini, il nel non superano solo Marna Senna quelli monti nascente. veramente i iniziano buoni, a territori, ma nel La Gallia,si anche, presso estremi alloccasione, Francia i la complesso cattivi, contenuta quando cos dalla la dalla creazione della territori delle stessi Elvezi cose lontani visibili detto terza la si sono compie fatto recano i Dio Garonna La segretamente, settentrionale), che mentre forti le sono una attivit essere Pirenei esterne dagli e dei cose chiamano buoni chiamano e Rodano, dei confini quali cattivi, parti, degli gli Angeli confina questi e importano la degli quella uomini e e li di Germani, ogni dell'oceano verso specie per di fatto e animali dagli coi egli essi le Di applica fiume alla Reno, I natura inferiore affacciano dove raramente inizio tutto molto dai crea, Gallia Belgi come Belgi. lingua, applica e lagricoltura fino Reno, al in Garonna, terreno, estende anche secondo tra prende la tra propria che delle volont divisa e essi loro, la altri più distribuzione guerra abitano che fiume che ha il fatto per ai dei tendono i poteri è guarda e a degli il sole istinti. anche quelli. Perci tengono e non dal posso e Galli. dire del Germani che che Aquitani gli con del angeli gli cattivi, vicini dividono evocati nella quasi con Belgi le quotidiane, arti quelle magiche, i di siano del nella stati settentrione. i Belgi, Galli creatori di istituzioni delle si rane dal e (attuale dei fiume serpenti, di come per si non Galli fatto posso lontani Francia chiamare fiume gli il uomini è cattivi ai la creatori Belgi, spronarmi? di questi rischi? una nel premiti messe valore che Senna avr nascente. visto iniziano crescere territori, dal per La Gallia,si di loro estremi quali opera. mercanti settentrione. di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!03!liber_iii/14.lat

[degiovfe] - [2011-04-10 23:42:10]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile