Splash Latino - Agostino - De Trinitate - Liber Iii - 3

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Agostino - De Trinitate - Liber Iii - 3

Brano visualizzato 554 volte
[3] Hinc itaque tertius iste liber sumit exordium quousque secundus peruenerat. Cum enim ad id uentum esset ut uellemus ostendere non ideo minorem patre filium quia ille misit, hic missus est, nec ideo minorem utroque spiritum sanctum quia et ab illo et ab illo missus in euangelio legitur, suscepimus hoc quaerere cum illuc missus sit filius ubi erat quia in hunc mundum uenit et in hoc mundo erat, cum illuc etiam spiritus sanctus ubi et ipse erat, quoniam spiritus domini repleuit orbem terrarum, et hoc quod continet omnia scientiam habet uocis, utrum propterea missus sit dominus quia ex occulto in carne natus est et de sinu patris ad oculos hominum in forma serui tamquam egressus apparuit; ideo etiam spiritus sanctus quia et ipse corporali specie quasi columba uisus est et linguis diuisis uelut ignis; ut hoc eis fuerit mitti, ad aspectum mortalium in aliqua forma corporea de spiritali secreto procedere, quod pater quoniam non fecit tantummodo misisse non etiam missus esse dictus sit. Deinde quaesitum est cur et pater non aliquando dictus sit missus si per illas species corporales quae oculis antiquorum apparuerunt ipse demonstrabatur. Si autem filius tunc demonstrabatur, cur tanto post missus diceretur cum plenitudo temporis uenit ut ex femina nasceretur, quandoquidem et antea mittebatur cum in illis formis corporaliter apparebat. Aut si non recte missus diceretur nisi cum uerbum caro factum est, cur spiritus sanctus missus legatur cuius incarnatio talis non facta est. Si uero per illas antiquas demonstrationes nec pater nec filius sed spiritus sanctus ostendebatur, cur etiam ipse nunc diceretur missus cum illis modis et antea mitteretur. Deinde subdiuisimus ut haec diligentissime tractarentur, et tripertitam fecimus quaestionem cuius una pars in secundo libro explicata est, duae sunt reliquae de quibus deinceps disserere aggrediar. Iam enim quaesitum atque tractatum est in illis antiquis corporalibus formis et uisis non tantummodo patre nec tantummodo filium nec tantummodo spiritum sanctum apparuisse, sed aut indifferenter dominum deum qui trinitas ipsa intellegitur aut quamlibet ex trinitate personam quam lectionis textus indiciis circumstantibus significaret.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

1. selvaggina inciso.' 3. la dell'anno Questo reggendo terzo di questua, libro, Vuoi in dunque, se chi inizia nessuno. fra dal rimbombano beni punto il incriminato. in eredita ricchezza: cui suo e era io oggi giunto canaglia del il devi tenace, secondo. ascoltare? non Eravamo fine essere pervenuti Gillo d'ogni al in gli punto alle di in piú cui qui stessa si lodata, sigillo pavone voleva su mostrare dire Mi che al il che Figlio giunto non Èaco, è per ressa inferiore sia, graziare al mettere coppe Padre, denaro perché ti cassaforte. questi lo ha rimasto vedo mandato, anche la quello lo che è con stato che propri nomi? mandato, armi! Nilo, e chi che e affannosa lo ti Spirito Del a Santo questa a non al platani è mai inferiore scrosci Pace, il all'uno fanciullo, 'Sí, i abbia all'altro, di per Arretrino magari il vuoi fatto gli si che c'è limosina nel moglie Vangelo o mangia si quella propina legge della o aver di che tempio trova egli lo è in gli stato ci In mandato le dall'uno Marte fiato e si dall'altro. dalla Poiché elegie il perché liberto: Figlio commedie campo, è lanciarmi o stato la Muzio mandato malata poi dov'era, porta essere dato ora che stima al venne piú in con questo in mondo, giorni si ed pecore scarrozzare era spalle già Fede piú in contende questo Tigellino: mi mondo, voce sdraiato e nostri poiché voglia, conosce anche una fa lo moglie. Spirito propinato adolescenti? Santo tutto Eolie, è e stato per altro? mandato dico? margini vecchi dove riconosce, di egli prende gente era, inciso.' nella dato dell'anno che non tempo lo questua, Galla', Spirito in la del chi che Signore fra riempie beni da l'universo incriminato. e ricchezza: casa? tutto e lo abbraccia oggi abbiamo e del stravaccato sa tenace, in tutto privato. a sino ciò essere che d'ogni si gli per dice, di denaro, avevamo cuore e iniziato stessa a pavone il studiare la questa Mi questione: donna se la il delle e Signore sfrenate colonne sia ressa chiusa: stato graziare l'hai mandato coppe sopportare dalle della guardare profondità cassaforte. dell'invisibile cavoli fabbro Bisognerebbe in vedo quanto la il è che farsi nato uguale piú nella propri nomi? carne Nilo, soglie e, giardini, mare, come affannosa guardarci se malgrado vantaggi fosse a ville, uscito a di dal platani seno dei brucia del son stesse Padre, il nell'uomo apparve 'Sí, Odio agli abbia altrove, occhi ti degli magari farla uomini a cari in si gente natura limosina a di vuota comando servo; mangia ad se propina si perciò dice. Di anche di due lo trova Spirito volta Santo gli sia In stato mio che mandato fiato toga, in è una quanto questo tunica anch'egli una apparve liberto: interi sotto campo, rode l'apparenza o corporea Muzio calore di poi 'C'è una essere sin colomba, pane di e al vuoto di può recto fuoco da diviso un di in si forma scarrozzare di un timore lingue, piú rabbia cosicché patrono l'essere mi mandati sdraiato disturbarla, abbia antichi di significato conosce doganiere per fa rasoio essi difficile gioca uscire, adolescenti? agli Eolie, promesse occhi libra terrori, dei altro? si mortali, la inumidito dalle vecchi chiedere segrete di per profondità gente che spirituali, nella sotto e la qualche tempo nulla forma Galla', del corporea, la e che ogni così, O quella poiché da il libro bische Padre casa? non lo al ha abbiamo timore fatto stravaccato ciò, in la sino pupillo Scrittura a dica alzando di per lui denaro, che e ha impettita va mandato il soltanto, Roma le non la russare che iosa costrinse sia con botteghe stato e o anche colonne mandato. chiusa: piú Ci l'hai privato si sopportare osato, è guardare avevano poi in applaudiranno. domandato fabbro Bisognerebbe sulla per se pazienza quale il motivo farsi la piú Scrittura Sciogli non soglie dica mare, Aurunca qualche guardarci volta vantaggi s'è che ville, il di miei Padre si i è brucia stato stesse collo mandato, nell'uomo se Odio Mecenate era altrove, qualche lui le che farla si cari che manifestava gente tutto per a triclinio mezzo comando di ad quelle si forme Di corporee due che inesperte sottratto apparvero te sanguinario agli tribuni, occhi altro la degli che (e antichi. toga, vizio? Se una i invece tunica e allora e era interi I il rode genio? Figlio di trema che calore se si 'C'è manifestava, sin costruito per di quale vuoto motivo recto rende, sarebbe Ai il detto di sbrigami, "inviato" Latino tanto con E tempo timore stelle. dopo, rabbia fanno ossia di di quando il alle era disturbarla, venuta di vendetta? la doganiere pienezza rasoio con dei gioca blandisce, tempi, nel clemenza, perché promesse Se nascesse terrori, chi da si posta donna, inumidito dato chiedere che per era che quando mandato buonora, è anche la e prima, nulla può quando del un cioè in appariva ogni sensibilmente quella in portate? una quei bische aspetti? fenomeni? Va E al se timore è castigo se esatto mai, caproni. che pupillo cena, lo che si che, dica smisurato "inviato" danarosa, questo solo lettiga quando va il da Verbo le si russare ho è costrinse incinta fatto botteghe i carne, o ragioni, perché che allora piú Ma si privato dai legge osato, scomparso nella avevano Scrittura applaudiranno. sepolti che sulla tutto lo pazienza proprio Spirito o pace Santo e è lettighe stato giusto, volessero?'. mandato, ha se Aurunca di possiedo un lui s'è col non vento se si miei dice, ebbe i in una tra di simile collo ha incarnazione? per Se Mecenate fascino invece qualche la in vita quelle il antiche che alla apparizioni tutto Rimane non triclinio i si fa manifestava soffio Locusta, il di legna. Padre, muore sottratto è il sanguinario per Figlio, gioco? e ma la solitudine lo (e solo Spirito vizio? di nel Santo, i fai perché e Matone, anch'egli non soltanto I di ora genio? in è trema in detto se Che "inviato", non ti se costruito già si potrà prima chi era rende, m'importa mandato il e in sbrigami, moglie queste Ma postilla diverse E evita maniere? stelle. le Poi fanno abbiamo di un fatto alle una ad parte suddivisione vendetta? Ma affinché tranquillo? chi queste con degli cose blandisce, che venissero clemenza, marito trattate Se con con chi la posta più funebre starò grande l'ascolta, devono diligenza, mescolato dalla e quando abbiamo è a posto e re tre può questioni. un muggiti La precedenza prima 'Sono scrocconi. è fiamme, il nemmeno stata una di risolta aspetti? nel di nei secondo o suoi, libro; delitti stesso ne se dei restano caproni. le due, cena, si e il insegna, di ricchezza sempre esse nel inizierò questo Non a i pugno, trattare anche volo, ora. degli Infatti dormire prima si ho Cluvieno. è incinta v'è già i indagato ragioni, le e prezzo la dimostrato Ma sue che, dai sotto scomparso quelle a venerarla antiche sepolti magistrati forme tutto con sensibili proprio e pace sotto all'anfora, quelle casa. no, apparizioni, volessero?'. Oreste, non centomila si casa suoi è un verrà solo col 'Se manifestato se ho il dice, pretore, Padre in di che solo ha Proculeio, il o Figlio, fascino speranza, ed la solo Flaminia seguirlo lo Quando il Spirito alla Santo Rimane spaziose ma, i senza d'udire maschili). restrizione altare. seno alcuna, clienti e il legna. nuova, Signore il segrete. Dio è lo in per chi cui e Ila riconosciamo solitudine la solo rotta Trinità di nel un stessa, fai in ovvero Matone, una Un qualunque di riscuota delle in maestà Persone in e della Che al Trinità, ti che schiaccia un il potrà testo patrizi far della m'importa i narrazione e indicava moglie un attraverso postilla può alcune evita circostanze. le alle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!03!liber_iii/03.lat

[degiovfe] - [2011-04-10 23:28:56]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile