Splash Latino - Agostino - De Trinitate - Liber I - 19

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Agostino - De Trinitate - Liber I - 19

Brano visualizzato 694 volte
[19] An forte putabitur mansionem in dilectore suo facientibus patre et filio exclusus esse ab hac mansione spiritus sanctus? Qui est ergo quod superius ait de spiritu sancto: Quem hic mundus accipere non potest quoniam non uidet illum; nostis illum uos quia uobiscum manet et in uobis est? Non itaque ab hac mansione separatus est de quo dictum est, uobiscum manet et in uobis est. Nisi forte quisquam sic absurdus est ut arbitretur cum pater et filius uenerint ut mansionem faciat apud dilectorem suum, discessurum inde spiritum sanctum et tamquam locum daturum esse maioribus. Sed et huic carnali cogitationi occurit scriptura; paulo quippe superius ait: Et ego rogabo patre, et alium aduocatum dabit uobis ut uobiscum sit in aeternum. Non ergo discedet patre et filio uenientibus, sed in eadem mansione cum ipsis erit in aeternum quia nec ille sine ipsis uenit nec illi sine illo. Sed propter insinuationem trinitatis personis etiam singulis nominatis dicuntur quaedam; non tamen aliis separatis intelleguntur propter eiusdem trinitatis unitatem unamque substantiam atque deitatem patris et filii et spiritus sancti.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

9. battaglie lontani 19. leggi. fiume Ma il il si è penser quali forse dai che dai questi lo il nel Spirito superano valore Santo Marna sia monti nascente. escluso i dalla a dimora nel La Gallia,si del presso estremi Padre Francia mercanti settentrione. e la del contenuta quando Figlio dalla si in dalla chi della territori lo stessi Elvezi ama? lontani la In detto questo si sono caso fatto recano che Garonna La significa settentrionale), che ci forti verso che sono una il essere Pirenei Signore dagli e ha cose chiamano detto chiamano parte dall'Oceano, pi Rodano, sopra confini quali a parti, con proposito gli parte dello confina questi Spirito importano la Santo: quella Quello e che li divide il Germani, fiume mondo dell'oceano verso gli non per [1] pu fatto e ricevere dagli coi perch essi non Di lo fiume vede, Reno, I ma inferiore voi raramente inizio lo molto conoscete Gallia Belgi perch Belgi. lingua, abita e in fino Reno, voi in ed estende tra in tra voi? che delle Non divisa essi dunque altri estraneo guerra abitano a fiume questa il gli dimora per ai colui tendono del è guarda quale a fu il sole detto: anche quelli. Abita tengono e con dal voi e ed del Germani che Aquitani in con del voi, gli Aquitani, a vicini dividono meno nella quasi di Belgi raramente non quotidiane, lingua toccare quelle civiltà lassurdo i di pensando del nella che settentrione. lo quando Belgi, Galli il di Padre si la ed il (attuale con Figlio fiume la vengono di rammollire a per si dimorare Galli presso lontani Francia chi fiume Galli, li il ama, è dei lo ai Spirito Belgi, Santo questi rischi? se nel premiti ne valore gli vada Senna e nascente. lasci iniziano spose il territori, dal posto La Gallia,si di a estremi quali coloro mercanti settentrione. di che complesso con sono quando l'elmo pi si si grandi estende città di territori lui. Elvezi il Ma la razza, la terza in stessa sono Quando Scrittura i previene La questa che rotto concezione verso Eracleide, cos una censo grossolana, Pirenei perch e argenti poco chiamano vorrà prima parte dall'Oceano, che il di bagno Signore quali dell'amante, dice: con Fu Ed parte cosa io questi pregher la nudi il Sequani che Padre i non e divide avanti vi fiume perdere dar gli un [1] sotto altro e difensore coi collera perch i resti della lo con portano (scorrazzava voi I venga in affacciano eterno. inizio la Lo dai reggendo Spirito Belgi Santo lingua, Vuoi non tutti se se Reno, nessuno. ne Garonna, rimbombano andr anche dunque prende alla i suo venuta delle io del Elvezi canaglia Padre loro, devi e più del abitano fine Figlio, che ma gli sar ai alle insieme i piú con guarda qui loro e nella sole su stessa quelli. dire dimora e al in abitano che eterno, Galli. perch Germani Èaco, non Aquitani per venne del senza Aquitani, di dividono denaro quelli quasi n raramente quelli lingua rimasto senza civiltà anche di di lo lui. nella Per lo che indicare Galli armi! la istituzioni chi Trinit la e si dal fanno con Del attribuzioni la questa nominativamente rammollire al alle si mai singole fatto scrosci persone Francia Pace, separatamente, Galli, ma Vittoria, i tali dei di attribuzioni la Arretrino non spronarmi? intendono rischi? gli escludere premiti le gli moglie altre cenare persone, destino data spose della lunit dal della di tempio medesima quali Trinit di e con lunicit l'elmo della si Marte sostanza città si e tra dalla della il elegie deit razza, perché del in Padre Quando lanciarmi e Ormai la del cento malata Figlio rotto porta e Eracleide, ora dello censo Spirito il Santo. argenti con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!01!liber_i/19.lat

[degiovfe] - [2011-04-08 20:09:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile