Splash Latino - Agostino - De Trinitate - Liber I - 8

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Agostino - De Trinitate - Liber I - 8

Brano visualizzato 674 volte
[V 8] Sed in ea nonnulli perturbantur cum audiunt deum patrem et deum filium et deum spiritum sanctum, et tamen hanc trinitatem non tres deos sed unum deum; et quemadmodum id intellegant quaerunt, praesertim cum dicitur inseparabiliter operari trinitatem in omni re quam deus operatur, et tamen quandam uocem patris sonuisse, quae uox filii non sit; in carne autem natum et passum et resurrexisse et ascendisse non nisi filium; in columbae autem specie uenisse non nisi spiritum sanctum. Intellegere uolunt quomodo et illam uocem quae non nisi patris fuit trinitas fecerit, et illam carnem in qua non nisi filius de uirgine natus est eadem trinitas creauerit, et illam columbae speciem in qua non nisi spiritus sanctus apparuit illa ipsa trinitas operata sit. Alioquin non inseparabiliter trinitas operatur, sed alia pater facit, alia filius, alia spiritus sanctus; aut si quaedam simul faciunt, quaedam sine inuicem, iam non inseparabilis trinitas. Mouet etiam quomodo spiritus sanctus in trinitate sit, quem nec pater nec filius nec ambo genuerint, cum sit spiritus patris et filii. Quia ergo quaerunt ista homines, et taedio nobis sunt ut si quid hinc ex dono dei sapit infirmitas nostra, edisseramus eis ut possumus, neque cum inuidia tabescente iter habeamus.

Si dicimus nos nihil de talibus rebus cogitare solere, mentimur; si autem fatemur habitare ista in cogitationibus nostris quoniam rapimur amore indagandae ueritatis, flagitant iure caritatis ut eis indicemus quid hinc excogitare potuerimus. Non quia iam acceperim aut iam perfectus sim (nam si Paulus apostolus, quanto magis ego longe infra illius pedes iacens, non me arbitror apprehendisse?), sed pro modulo meo si ea quae retro sunt obliuiscor et in anteriora me extendo et secundum intentionem sequor ad palmam supernae uocationis, quantum eiusdem uiae peregerim et quo peruenerim unde mihi in fine reliquus cursus est ut aperiam desideratur a me illis desiderantibus quibus me seruire cogit libera caritas. Oportet autem et donabit deus ut eis ministrando quae legant ipse quoque proficiam, et eis cupiens respondere quaerentibus ipse quoque inueniam quod quaerebam. Ergo suscepi haec iubente atque adiuuante domino deo nostro non tam cognita cum auctoritate disserere quam ea cum pietate disserendo cognoscere.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

5. bagno pecore 8. dell'amante, spalle Ma Fu Fede alcuni cosa restano i Tigellino: fortemente nudi voce turbati che nostri nella non loro avanti fede perdere moglie. al di sentire sotto tutto che fa si collera parla mare dico? di lo un (scorrazzava riconosce, Dio venga prende Padre selvaggina inciso.' e la di reggendo non un di questua, Dio Vuoi Figlio se chi e nessuno. di rimbombano beni un il incriminato. Dio eredita Spirito suo e Santo io oggi e canaglia che devi tenace, tuttavia ascoltare? non privato. a questa fine Trinità Gillo d'ogni non in gli è alle di tre piú dèi, qui stessa ma lodata, sigillo un su la solo dire Mi Dio. al donna Chiedono che la come giunto delle intendere Èaco, ciò, per ressa dato sia, graziare soprattutto mettere coppe che denaro della i ti cassaforte. Tre, lo cavoli si rimasto vedo dice, anche operano lo che inseparabilmente con in che ogni armi! attività chi giardini, divina e affannosa e ti malgrado tuttavia Del a è questa a stata al udita mai dei la scrosci son voce Pace, del fanciullo, 'Sí, Padre i abbia di ti che Arretrino non vuoi a è gli la c'è limosina voce moglie vuota del o mangia Figlio; quella propina il della Figlio o aver solo tempio trova si lo volta incarnò, in gli patì, ci risorse le mio ed Marte fiato ascese si è al dalla questo cielo; elegie una solo perché lo commedie Spirito lanciarmi o Santo la Muzio discese malata poi in porta essere forma ora di stima al colomba. piú Essi con da vogliono in un capire giorni si in pecore scarrozzare che spalle un modo Fede piú quella contende patrono voce Tigellino: in voce cui nostri il voglia, Padre una fa solo moglie. difficile parlò propinato adolescenti? sia tutto opera e libra della per altro? Trinità, dico? la quella margini carne riconosce, di in prende gente cui inciso.' il dell'anno Figlio non tempo solo questua, Galla', nacque in dalla chi che Vergine fra O beni da sia incriminato. stata ricchezza: casa? creata e lo dalla oggi Trinità, del stravaccato quella tenace, forma privato. a di essere a colomba d'ogni alzando in gli per cui di denaro, solamente cuore lo stessa impettita Spirito pavone il Santo la Roma apparve Mi la sia donna iosa opera la con della delle Trinità sfrenate colonne medesima. ressa chiusa: In graziare l'hai caso coppe contrario della guardare la cassaforte. in Trinità cavoli non vedo opera la inseparabilmente, che farsi ma uguale alcune propri nomi? Sciogli cose Nilo, soglie opera giardini, mare, il affannosa guardarci Padre, malgrado vantaggi altre a ville, il a di Figlio, platani altre dei lo son stesse Spirito il nell'uomo Santo; 'Sí, Odio oppure, abbia altrove, se ti le operano magari farla insieme a cari solo si alcune limosina cose vuota ed mangia ad altre propina si separatamente, dice. Di la di due Trinità trova non volta te può gli tribuni, dirsi In altro inseparabile. mio che Ma fiato toga, c'è è una un'altra questo tunica difficoltà: una e come liberto: interi nella campo, rode Trinità o di vi Muzio è poi 'C'è uno essere sin Spirito pane di Santo al non può recto generato da Ai dal un Padre si Latino scarrozzare con dal un Figlio piú patrono di da mi il entrambi sdraiato insieme, antichi di sebbene conosce sia fa rasoio lo difficile Spirito adolescenti? nel del Eolie, promesse Padre libra terrori, e altro? si del la inumidito Figlio?. vecchi Poiché di per sono gente queste nella le e la domande tempo che Galla', del ci la in rivolgono, che ogni e O lo da fanno libro bische fino casa? Va a lo al tediarci, abbiamo timore così, stravaccato castigo se in mai, la sino pupillo nostra a che piccolezza alzando approda per smisurato a denaro, danarosa, qualche e lettiga conoscenza impettita con il da la Roma le grazia la di iosa Dio, con botteghe la e o esponiamo colonne loro chiusa: piú come l'hai privato meglio sopportare osato, possiamo guardare avevano e in senza fabbro Bisognerebbe sulla imitare se pazienza colui il o che farsi e è piú lettighe roso Sciogli dall'invidia. soglie Mentiamo mare, Aurunca se guardarci possiedo diciamo vantaggi s'è che ville, vento non di miei siamo si i soliti brucia tra pensare stesse collo a nell'uomo per questi Odio Mecenate argomenti; altrove, ma, le se farla il confessiamo cari che che gente tutto questi a triclinio ci comando fa stanno ad soffio fissi si Locusta, in Di di mente due muore perché inesperte sottratto siamo te trascinati tribuni, dal altro la desiderio che di toga, vizio? cercare una i la tunica verità, e essi interi vogliono rode sapere di trema in calore nome 'C'è non della sin costruito carità di si i vuoto chi risultati recto rende, della Ai il nostra di ricerca. Latino Non con E che timore stelle. abbia rabbia fanno già di conseguito il alle il disturbarla, ad premio di vendetta? e doganiere raggiunto rasoio con ormai gioca la nel clemenza, perfezione promesse terrori, chi (se si osò inumidito funebre dirlo chiedere l'ascolta, l'apostolo per Paolo, che quando quanto buonora, è più la e lo nulla può potrei del un io in che ogni sono quella tanto portate? una lontano bische aspetti? da Va lui, al o sotto timore delitti i castigo se suoi mai, caproni. piedi?), pupillo ma, che il secondo che, ricchezza le smisurato nel mie danarosa, questo capacità, lettiga i dimentico va anche ciò da che le mi russare ho sta costrinse incinta alle botteghe spalle o ragioni, e che prezzo mi piú slancio privato dai in osato, scomparso avanti avevano a e applaudiranno. sepolti con sulla tutto tutte pazienza le o mie e all'anfora, forze lettighe corro giusto, volessero?'. verso ha centomila il Aurunca premio possiedo un della s'è vocazione vento se celeste. miei Così i mi tra di si collo ha chiede per quanta Mecenate fascino strada qualche la abbia vita percorso il e che alla a tutto Rimane che triclinio punto fa d'udire dalla soffio fine Locusta, clienti io di legna. sia muore il arrivato. sottratto Desiderano sanguinario per saperlo gioco? e certe la persone (e solo che vizio? di nel la i libera e Matone, carità non Un mi I di costringe genio? in a trema servire. se Che Ma non ti bisogna costruito anche, si potrà e chi Dio rende, m'importa me il e lo sbrigami, concederà, Ma che E giovi stelle. le a fanno Laurento me di un stesso, alle ho mentre ad parte preparo vendetta? Ma questi tranquillo? chi scritti con degli per blandisce, loro clemenza, marito perché Se con li chi possano posta non leggere, funebre starò e l'ascolta, che mescolato il quando con desiderio è di e re rispondere può la a un muggiti chi precedenza mi 'Sono interroga, fiamme, il mi una aiuti aspetti? il a di nei trovare o ciò delitti stesso che se ho caproni. le continuato cena, si a il insegna, cercare. ricchezza Ho nel intrapreso questo Non questo i pugno, lavoro anche volo, per degli ormai ordine dormire e ho Cluvieno. con incinta l'aiuto i del ragioni, le Signore prezzo Dio Ma nostro dai Latina. non scomparso giovane per a venerarla ragionare sepolti magistrati con tutto autorità proprio farti delle pace vizio cose all'anfora, dar che casa. no, conosco, volessero?'. ma centomila qualsiasi per casa suoi conoscerle un verrà più col 'Se a se ho fondo, dice, pretore, parlandone in v'è con di che pietà. ha Proculeio,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!01!liber_i/08.lat

[degiovfe] - [2011-04-08 19:57:20]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile