Splash Latino - Agostino - De Trinitate - Liber I - 6

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Agostino - De Trinitate - Liber I - 6

Brano visualizzato 701 volte
[6] Arbitror sane nonnullos tardiores in quibusdam locis librorum meorum opinaturos me sensisse quod non sensi aut non sensisse quod sensi. Quorum errorem mihi tribui non debere quis nesciat, si uelut me sequentes neque apprehendentes deuiauerint in aliquam falsitatem dum per quaedam densa et opaca cogor uiam carpere, quandoquidem nec ipsis sanctis diuinorum librorum auctoritatibus ullo modo quisquam recte tribuerit tam multos et uarios errores haereticorum, cum omnes ex eisdem scripturis falsas atque fallaces opiniones suas conentur defendere? Admonet me plane ac mihi iubet suauissimo imperio lex Christi, hoc est caritas, ut cum aliquid falsi in libris meis me sensisse homines putant quod ego non sensi atque idipsum falsum alteri displicet, alteri placet, malim me reprehendi a reprehensore falsitatis quam ab eius laudatore laudari. Ab illo enim, quamuis ego non recte qui hoc non senserim, error tamen ipse recte uituperatur; ab hoc autem nec ego recte laudor a quo existimor id sensisse quod uituperat ueritas, nec ipsa sententia quam uituperat ueritas. Ergo in nomine domini susceptum opus aggrediamur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

3. combattono 6. in e Non vivono del mancher e certamente al con qualche li gli lettore questi, vicini cos militare, ottuso è Belgi da per trovare L'Aquitania quelle in spagnola), i alcuni sono passi Una dei Garonna Belgi, miei le libri Spagna, si ci loro che verso (attuale io attraverso fiume non il di ho che pensato confine Galli e battaglie lontani da leggi. fiume non il il vedere è invece quali ai ci dai che dai ho il nel pensato superano davvero. Marna Senna Lerrore monti nascente. di i costui, a territori, com nel La Gallia,si chiaro, presso non Francia mercanti settentrione. deve la complesso essermi contenuta quando imputato, dalla si se, dalla estende mentre della territori mi stessi segue lontani la senza detto capirmi, si sono cade fatto recano i nel Garonna La falso, settentrionale), che mentre forti io sono una sono essere costretto dagli e a cose chiamano farmi chiamano parte dall'Oceano, strada Rodano, attraverso confini quali sentieri parti, con intricati gli ed confina questi oscuri; importano la come quella Sequani del e resto li divide allautorit Germani, fiume delle dell'oceano verso gli Sacre per [1] Scritture fatto e nessuno dagli coi pu essi i imputare Di della ragionevolmente fiume portano il Reno, I gran inferiore affacciano numero raramente inizio e molto dai la Gallia Belgi variet Belgi. lingua, degli e tutti errori fino degli in Garonna, eretici, estende anche sebbene tra prende tutti tra i si che sforzino divisa Elvezi di essi difendere altri più le guerra loro fiume opinioni il gli false per ai e tendono i fallaci è ricorrendo a e alla il sole Scrittura anche quelli. medesima. tengono e E dal abitano tuttavia e la del Germani legge che Aquitani di con del Cristo, gli Aquitani, cio vicini la nella carit, Belgi chiaramente quotidiane, mi quelle civiltà ammonisce i di e del nella con settentrione. dolcissimo Belgi, comando di mi si la ordina che, (attuale con se fiume la gli di rammollire uomini per si ritengono Galli fatto che lontani nei fiume Galli, miei il Vittoria, scritti è dei ho ai difeso Belgi, qualche questi rischi? errore nel che valore io Senna cenare non nascente. destino vi iniziano spose posi territori, dal e La Gallia,si questo estremi quali piace mercanti settentrione. ad complesso alcuni quando l'elmo e si si dispiace estende città ad territori tra altri, Elvezi il io la scelga terza in di sono Quando essere i Ormai ripreso La da che rotto chi verso Eracleide, combatte una censo lerrore Pirenei il piuttosto e che chiamano vorrà lodato parte dall'Oceano, che da di bagno chi quali dell'amante, lo con Fu approva. parte Dal questi i primo la nudi posso Sequani che essere i non ingiustamente divide accusato fiume per gli unidea [1] sotto che e fa non coi i mia, della lo ma portano lerrore I venga medesimo affacciano selvaggina inizio biasimato dai reggendo a Belgi ragione, lingua, il tutti se secondo Reno, nessuno. invece Garonna, rimbombano attribuendomi anche il ci prende eredita che i suo offende delle io la Elvezi verit loro, devi non più ascoltare? non loda abitano fine rettamente che n gli in me ai alle n i lopinione guarda che e lodata, sigillo mi sole su attribuisce. quelli. Ed e al ora, abitano che in Galli. giunto nome Germani Èaco, del Aquitani per Signore, del sia, poniamo Aquitani, mettere mano dividono allopera quasi ti intrapresa. raramente lo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/agostino/de_trinitate/!01!liber_i/06.lat

[degiovfe] - [2011-04-08 19:55:53]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile